24 Gennaio 2017


Norme Tecniche

Modifiche al RTI
Nel file allegato le principali modoche al RTI in vigore dal 1 novembre 2015
Dimensione: 1,67 MB
arrivo
Domanda:
l´atleta che arriva tuffandosi sulla linea del traguardo ad una altezza inferiore a mt 1.22 (altezza a cui veniva posto il filo di lana in tempi remoti) deve essere classificato?


Risposta del fiduciario regionale GGG:
Il RTI così recita: i concorrenti devono essere classificati nell´ordine in cui qualunque parte del loro corpo (ad esclusione di testa, collo ed arti) raggiunga il piano verticale del bordo più vicino della linea di arrivo.
Quindi il RTI non fa riferimento alla posizione eretta dell´atleta ne all´altezza minima o massima per tagliare il traguardo ne consegue che anche tuffandosi l´atleta va classificato.

Assistenza - cuffie
Domanda:
Deve essere vietato l´uso di cuffie, radio, DVD etc sia nelle gare su pista che nelle gare su strada?

Risposta:
Il RTI recita alla regola 144.3: E’ considerata assistenza:
(b) Possesso o l’uso nel luogo di gara di registratori video o a cassetta, radio, cd, radio trasmittenti, telefoni mobili o espedienti simili.

la suddetta regola deve essere applicata esclusivamente alle manifestazioni in pista (stadia) siano esse indoor o outdoor.
La stessa, quindi, non è applicabile a qualsiasi manifestazione no-stadia salvo che trattasi di manifestazione no-stadia di campionato (a qualsiasi livello) ove è istituita una Camera d’Appello per il controllo preventivo degli atleti.

Il Comitato Tecnico della IAAF è stato investito dell’argomento e le precisazioni verranno incluse nella prossima edizione del RTI o anche prima, nel caso se ne ravviserà l’urgenza.

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]